skip to Main Content
Un nuovo defibrillatore donato a Vicomarino

Un nuovo defibrillatore donato a Vicomarino

Si amplia la rete di defibrillatori in Val Tidone. Grazie al progetto “Cantina Valtidone ha a cuore la sua valle”, realizzato in collaborazione con Progetto Vita di Daniela Aschieri, è stato consegnato al Comune di Ziano un nuovo dispositivo salvavita, posizionato in una apposita teca accanto alla Chiesa di Vicomarino.

“E’ uno dei primi sette defibrillatori che abbiamo destinato ai comuni e alle associazioni della Val Tidone – spiega il Presidente dell’azienda vitivinicola, Gianpaolo Fornasari – Miriamo a implementare, nel giro di tre anni, la diffusione di questi dispositivi, andando a coprire tutte le richieste che arrivano dal territorio. I primi sono stati collocati a Calendasco, Piozzano, Pianello, Castel San Giovanni, due a Borgonovo e oggi a Vicomarino di Ziano, ma altri sono già stati richiesti e pensiamo di arrivare a oltre 20 defibrillatori consegnati nel prossimo futuro”.

“E’ un dono importante per tutta la comunità – spiega il sindaco di Ziano, Manuel Ghilardelli – ringrazio Progetto Vita e Cantina Valtidone, che da sempre è vicina al nostro territorio. Un segnale d’attenzione verso i nostri cittadini, che da oggi possono contare su questi strumenti in grado di salvare una vita”.

Parole confermate dalla dottoressa Daniela Aschieri, Presidente di Progetto Vita, l’associazione che ha reso la provincia di Piacenza la più cardioprotetta d’Italia: “L’ultima persona salvata in ordine di tempo risale alla fine di dicembre. Un uomo è stato strappato all’arresto cardiaco grazie alla presenza, nell’edificio, di un nostro defibrillatore. Con questa donazione, Cantina Valtidone ha compiuto un gesto di generosità e di grande civiltà”.