skip to Main Content
Successo per l’esordio al Marca di Bologna

Successo per l’esordio al Marca di Bologna


Grande apprezzamento per la nuova linea bio e vegano BIO’ VALTIDONE

Un’esperienza molto positiva e sicuramente da ripetere”. E’ questo il soddisfatto commento dei rappresentanti di Cantina Valtidone all’indomani della prima partecipazione al Marca, il prestigioso salone internazionale dedicato ai prodotti a marca del distributore, che si è svolto il 17 e 18 gennaio a Bologna, con l’organizzazione di Bologna Fiere e ADM (Associazione Distribuzione Moderna).

L’azienda vitivinicola borgonovese, presente nell’area espositiva dedicata al food accanto alle altre aziende del Consorzio Piacenza Alimentare, ha presentato una significativa selezione delle sue principali referenze, che comprendono tutti i vini doc dei Colli Piacentini, a partire dal Gutturnio fino all’autoctono Ortrugo e al Malvasia.

 “Particolarmente apprezzata – fanno sapere il direttore Mauro Fontana e Mario Zilioli responsabile commerciale settore Ho.re.ca. di Cantina Valtidone –  è risultata la nuova linea biologica e vegana, BIO’ VALTIDONE, sia da un punto di vista qualitativo del prodotto sia per l’accattivante grafica e il packaging”.

Nei due giorni della manifestazione – commenta Mauro Fontana – abbiamo potuto instaurare e approfondire significative relazioni con i principali attori della distribuzione italiana ed estera, buyer della grande distribuzione nazionale e internazionale e operatori commerciali della distribuzione tradizionale nazionale, che ci auguriamo possano avere positivi e proficui sviluppi futuri. Cantina Valtidone è in grado di garantire il controllo di qualità sull’intera filiera produttiva, dal vigneto alla tavola, cosa che è particolarmente apprezzata dai principali gruppi della distribuzione moderna e tradizionale che ci scelgono per produrre i vini dei colli piacentini doc a marchio privato. Siamo quindi molto contenti di aver partecipato a questa importante rassegna che fotografa un settore in continua crescita, e sicuramente ripeteremo in futuro quest’esperienza”.