skip to Main Content
Successo per il vino novello all’insegna della solidarietà

Successo per il vino novello all’insegna della solidarietà

La domenica in Cantina Valtidone ha replicato lo strepitoso successo della prima giornata della Festa del Picchio Rosso, andata in scena nel fine settimana presso la sede della cooperativa vitivinicola a Borgonovo. I quasi 2.000 calici degustazione distribuiti e il migliaio di visite guidate in Cantina sono la testimonianza in numeri di un successo che supera le attese. “Siamo molto contenti di questa due giorni – ha commentato il Presidente di Cantina Valtidone Gianpaolo Fornasari – che ha visto la partecipazione dei nostri soci, di tanti nostri clienti, amici, ospiti e anche di turisti che sono venuti a trovarci per degustare i nostri vini e passare qualche ora in compagnia tra momenti di arte, cultura, divertimento ed enogastronomia di eccellenza”.

Ad accogliere simbolicamente le migliaia di visitatori del week end è stato come sempre il vino novello a cui la Festa del Picchio Rosso è consacrata. Il simbolico brindisi tenutosi sabato mattina alla presenza del Prof. Luigi Cavanna dell’AMOP (Associazione Malato Oncologico di Piacenza) ha svelato il primo vino della vendemmia 2015, carica di aspettative che paiono già ripagate al primo assaggio: “Il lungo periodo di clima caldo e asciutto di questa estate – fanno sapere dalla Cantina – ci ha regalato una vendemmia ideale per produrre vini con caratteristiche organolettiche (sapori e profumi) superiori alla media. Il vino novello è il primo banco di prova; è un vino particolarmente apprezzato e richiesto. E’ un 100% Pinot Nero Doc, un’uva che si presta molto a produrre il vino Novello in quanto garantisce, anche per chi non lo gusta subito, una naturale evoluzione in bottiglia che permette di bere il Picchio Rosso anche un anno dopo. Quest’anno ne produrremo circa 80.000 bottiglie”.

Il grande pubblico pare avere apprezzato il nuovo nato, affollando l’Enoteca della Cantina dalla mattina fino a sera tra degustazioni e assaggi accompagnati dai prodotti e piatti tipici della cucina piacentina, dal cotechino alla chisòla ai salumi. La presenza di sommelier professionisti ha permesso di approfondire le caratteristiche di tutti i vini della Cantina e i migliori abbinamenti, mentre le visite guidate hanno fatto conoscere gli impianti tecnologicamente all’avanguardia della cooperativa borgonovese.

Ma la due giorni in Cantina Valtidone non è stata solo vino e gastronomia. Momenti di svago con gli spettacoli per bambini, il sempre più apprezzato Trofeo Picchio Rosso Drink che ha visto affrontarsi decine di barman e aspiranti barman, l’apprezzatissima mostra pittorica del maestro Nicola Bottalico con la collezione di opere retroilluminate “Il colore si accende tra le vite”, hanno completato un’offerta capace di stuzzicare gusti e appetiti di tutti i visitatori. E come fil rouge dell’evento, per il secondo anno consecutivo, tanta solidarietà, che si concretizzerà anche in questa edizione nella donazione del ricavato della due giorni all’AMOP del Prof. Luigi Cavanna per la ricerca oncologica.

Voglio ringraziare di cuore tutti coloro che hanno collaborato alla perfetta realizzazione di questo evento – ha concluso il Presidente Fornasari – Ma soprattutto un grazie ai nostri 220 soci che sono orgoglioso di rappresentare, ai nostri ospiti, ai rappresentanti delle istituzioni e delle amministrazioni che hanno partecipato, ai tanti visitatori e clienti che ho visto lasciare la Cantina con il sorriso. E magari con qualche bottiglia del nostro vino”.