skip to Main Content
“I territori devono fare sistema, ValtidonExpò va in questa direzione”

“I territori devono fare sistema, ValtidonExpò va in questa direzione”

Tavola rotonda in Cantina Valtidone con Giampiero Maioli, CEO di Cariparma Crédit Agricole e l’on. Paola De Micheli

Borgonovo, 23 giugno 2015 – “Per farsi conoscere e farsi apprezzare, i territori devono fare sistema. Cariparma Crédit Agricole è radicata da sempre nel piacentino e nella Val Tidone e ciò che le realtà produttive hanno realizzato con ValtidonExpo è sicuramente un’iniziativa che va in questa direzione.” Con queste parole, l’amministratore delegato del Gruppo Cariparma Crédit Agricole e responsabile del Crédit Agricole in Italia Giampiero Maioli, ha voluto suggellare l’importante iniziativa di promocommercializzazione di cui si sono rese protagoniste Cantina Valtidone, Salumificio San Carlo, Caseificio sociale Valtidone e l’azienda conserviera Carlo Manzella in occasione di Expo 2015. “Del resto – ha proseguito il Maioli nel corso del suo intervento alla tavola rotonda organizzata presso la Cantina Valtidone di Borgonovo – questo territorio esprime con i suoi eccellenti prodotti due principi che permettono alle sue aziende di essere competitive in Italia e nel mondo. Innanzitutto il forte legame con il capitale valoriale, ovvero quelle storie d’origine, di produzione e di tradizione che solo pochi territori al mondo possono vantare. Secondariamente il capitale umano e intellettuale, che permette di essere competitivi sul mercato con prodotti ad alto valore aggiunto.”

Di fronte al nutrito parterre di amministratori, imprenditori e rappresentanti di associazioni di categoria, che si sono dati appuntamento nell’accogliente sala dell’enoteca di Cantina Valtidone, il Presidente della cooperativa borgonovese, dottor Gianpaolo Fornasari, ha introdotto quello che vuole essere lo spirito del ValtidonExpò: “La nostra volontà è quella di fare delle nostre aziende un traino per tutto il territorio, di creare un brand appetibile che così tanto bene ha fatto per altri territori, ad esempio la Franciacorta, e che altrettanto salutare può e deve essere per la Val Tidone. Per fare questo abbiamo bisogno dell’unità di intenti e della coesione di tutto il territorio, delle sue istituzioni, delle sue imprese, della sua banca di riferimento. Sono convinto che lavorando insieme potremo vincere la sfida dei mercati”. Il Presidente Fornasari ha quindi ricordato l’impegno del ValtidonExpò a Milano, dove grazie all’accordo stretto con Assofood e Confcommercio Milano, per i sei mesi dell’Esposizione Universale, Cantina Valtidone e i suoi partner hanno a disposizione la cosidetta Casa del Pane, gli ex caselli daziari di Porta Venezia, come vetrina di prodotto, commerciale e turistica per tutta la Val Tidone. A tale proposito Fornasari ha introdotto gli altri partner di ValtidonExpò: dal Salumificio San Carlo all’azienda Carlo Manzella al Caseificio sociale Val Tidone, i cui titolari hanno potuto non solo raccontare la propria storia aziendale, ma gettare un importante ponte verso una sinergia sempre più stretta tra le realtà agroalimentari, che permetta sia un ritorno economico sia un fondamentale e produttivo riscontro per il territorio.

Un prestigioso riconoscimento all’impegno intrapreso da Cantina Valtidone e dalle altre aziende partner del ValtidonExpò è arrivato dal dottor Vittore Beretta, Presidente del Gruppo F.lli Beretta, leader nella produzione di salumi, che ha portato la testimonianza della propria azienda in ottica di internazionalizzazione, un passaggio determinante per poter competere sui mercati. “Far conoscere i prodotti è un primo passo fondamentale, soprattutto se i prodotti sono di eccellenza. In quest’ottica l’Esposizione Universale di Milano è una vetrina di assoluta rilevanza e deve essere uno stimolo per le nostre aziende per unirsi e competere sui mercati internazionali, così come avete fatto voi con il ValtidonExpò”.

Reduce dal successo della settimana mondiale del pomodoro e del record, anche piacentino, della pizza più lunga del mondo, a concludere la tavola rotonda è intervenuta l’onorevole Paola De Micheli, Sottosegretario di Stato all’Economia, la quale oltre ad affrontare i temi della promozione territoriale, delle filiere agroalimentari, del sistema fieristico e dell’area vasta, ha voluto lanciare uno sprone al sistema industriale, in particolare piacentino, affinchè “trovi quelle sinergie che gli permettano di essere competitivi sui mercati nazionale e internazionale”. A tal proposito, l’onorevole De Micheli ha espresso apprezzamento per l’iniziativa del ValtidonExpò, ringraziando la Cantina Valtidone e gli altri partner per l’ottimo lavoro intrapreso.

Al termine della tavola rotonda, i relatori e gli ospiti della giornata hanno potuto visitare, accompagnati dal sommelier Giovanni Derba e dai dirigenti della Cantina Valtidone, le nuove linee di imbottigliamento dello stabilimento di Borgonovo, dove vengono trasformate in prodotto le uve degli oltre 220 soci della cooperativa.